Arrivederci Onorevole !!! La Politica sarda in lutto

Lascia tutti sgomenti la morte del leader Udc On. Giorgio Oppi.  “Si dice che una vita è riuscita se chi se ne va lascia il mondo migliore di come l’ha trovato – è l’inizio dell’omelia di padre Deidda pronunciata durante i funerali solenni nella Basilica di Nostra Signora di Bonaria a Cagliari – nella vita di tanti di voi Giorgio ha tracciato solchi di luce e bontà che rendono migliori le vostre vite”. Oppi, ha proseguito padre Deidda, “sapeva arrivare ai meno vicini, farsi sentire preoccupato e presente anche per l’uomo più semplice che gli si presentava davanti”.

Nato a Iglesias l’8 febbraio 1940 è mancato pochi giorni fa, il 26 luglio 2022, all’età di 82 anni. Decano del Consiglio regionale, in cui era stato eletto nel 2019 per l’ottava volta,  l’on. Oppi ha ricoperto, nella legislatura in corso, l’incarico di Questore all’interno dell’Ufficio di presidenza.  La sua attività politica nell’aula del Consiglio regionale è iniziata il 19 luglio 1979 (VIII legislatura), sotto le presidenze degli onorevoli Armando Corona, Alessandro Ghinami e Francesco Rais.
L’on. Oppi ha ricoperto il ruolo di Presidente della VII commissione (Industria, commercio e annona, Artigianato) nella VIII, IX e in parte della X legislatura. Nella X legislatura, in particolare, l’on. Oppi è stato eletto anche Questore e, successivamente, è entrato a far parte della Giunta regionale guidata da Mario Floris con la delega all’Igiene, sanità e Assistenza sociale, incarico confermato nella Giunta Cabras (X legislatura) e anche nella XII legislatura sotto la presidenza prima di Italo Masala e poi di Mauro Pili. Nella XIV legislatura il leader dell’Udc è stato nominato assessore regionale della Difesa dell’Ambiente. Nella XV legislatura è stato eletto Questore.
Giorgio Oppi è stato anche eletto due volte alla Camera dei Deputati, nella XV e nella XVI legislatura. Nel corso del suo mandato alla Camera ha presentato, come primo firmatario, la proposta di legge n.1144 “Disposizioni per l’ammissione dei soggetti fabici all’impiego nelle Forze armate e di polizia (presentata il 3 luglio 2008, annunziata il 7 luglio 2008), approvata il 12 luglio 2010 e diventata Legge n. 109, che ha consentito ai fabici di poter accedere ai concorsi per le Forze armate e di polizia.

In segno di cordoglio per la scomparsa dell’on. Giorgio Oppi, decano del Consiglio regionale, è stata esposta sulla facciata del palazzo la bandiera sarda a mezz’asta. Le altre bandiere dei “Quattro Mori” collocate all’interno del palazzo e nella camera ardente, allestita per la prima volta nell’Aula del Consiglio regionale di via Roma,  sono state listate a nero in segno di lutto.

“Con Giorgio Oppi, commenta il segretario nazionale Udc Lorenzo Cesa, scompare un pilastro nella storia dei valori democratico-cristiani, un punto di riferimento per la nostra famiglia politica, una personalità che amava fare politica nel territorio più di qualsiasi altra cosa tanto che, nel 2009, si dimise da deputato quando venne eletto in Consiglio regionale. Perdiamo un esempio straordinario di chi ha concepito la politica, durante tutta la sua vita, sempre al servizio del bene comune”.

© Riproduzione Riservata - La voce della Società