Il turismo religioso

Riscoprire l’identità attraverso le mete di pellegrinaggio

Il 20 gennaio scorso è stato firmato a Cagliari il protocollo d’intesa per la valorizzazione del turismo culturale e religioso. Si tratta di un accordo di collaborazione stretto tra la Regione Autonoma della Sardegna, rappresentata dall’Assessore del Turismo on. Gianni Chessa e la Conferenza Episcopale Sarda, presieduta da Mons. Antonello Mura, con il grande obiettivo di sostenere e incentivare l’attrattività delle destinazioni religiose, dei luoghi mèta di pellegrinaggio e degli itinerari culturali e di fede.

Tale progetto, in una prospettiva più ampia, è volto alla valorizzazione della cultura cristiana dell’isola, profondamente radicata nelle corde dei sardi, attraverso le bellezze artistiche e devozionali che il territorio offre, in grado di richiamare una grande quantità di visitatori che, dalla penisola e dall’estero, decidono di trascorrere le loro vacanze in Sardegna non solo in estate, ma lungo tutto l’arco dell’anno. Indispensabile per la concretizzazione di questo programma è la creazione di una rete di laici che coinvolga figure formate e preparate che conoscano la storia e le peculiarità delle proprie Diocesi e le sappiano comunicare e trasmettere efficacemente agli ospiti, custodendone ed esaltandone gli aspetti culturali e religiosi.

Con l’attuazione di questo protocollo si vuole generare sempre più la consapevolezza delle opportunità e delle potenzialità che questa prospettiva di turismo offre, in modo particolare riscoprendo l’identità propria della missione e del territorio. Inoltre, con questo accordo si vuole continuare il contrasto allo spopolamento dei piccoli centri, fenomeno sempre attuale che minaccia la tradizione e la custodia del sapere, oltre a spogliare la Sardegna delle particolarità di quei luoghi. Non solo le spiagge cristalline e la purezza delle montagne, già conosciute e apprezzate da tutti, ma un’esplorazione formativa ed edificante, seppur lontana dalle zone di massa alle quali il turismo è abituato.

 

In foto la Basilica di Nostra Signora del Regno – Ardara (SS) – Diocesi di Ozieri

© Riproduzione Riservata - La voce della Società