Postura e ergonomia a lavoro

L’ergonomia è una disciplina scientifica che studia l’interazione tra l’uomo e il suo ambiente di lavoro.

Lo scopo dell’ergonomia è quello di migliorare le prestazioni del sistema e la soddisfazione complessiva dei lavoratori, tutelandone il benessere, la salute e la sicurezza.

 

Il sistema del lavoro consta di tre elementi:

– uomo: lavoratore adibito allo svolgimento di un determinato compito, inteso sia in senso fisico (caratteristiche antropometriche, aspetti biomeccanici ecc.) che cognitivo (carico mentale indotto, interazioni sociali, fattori psicologici nonché l’insieme dei processi mentali, che vanno dalla percezione all’azione, passando, in ordine, per la memoria, la decisione e il giudizio);

– macchina: apparecchiatura, utensile, strumento ecc. utilizzato per gestire i flussi di informazioni o per svolgere la mansione assegnata;

– ambiente: insieme delle caratteristiche del luogo di lavoro ovvero lo spazio del locale adibito allo svolgimento dell’attività lavorativa, la postazione di lavoro e tutti i parametri fisici che li caratterizzano (presenza di inquinanti, temperatura, ventilazione, rumore, illuminazione ecc.) nonché gli aspetti sociali e organizzativi (cfr. Inail.it)

 

La postura è la disposizione del nostro corpo nell’ambiente.

 

È importante per il lavoratore trovarsi in condizioni ottimali per quel che riguarda la postazione di lavoro, gli indumenti, gli attrezzi che utilizza. Soprattutto nei lavori fisici, sono importanti le posture che si adottano.

 

Lavori con movimentazione carichi

La movimentazione di carichi può rappresentare una delle cause favorenti l’insorgenza di disturbi e patologie articolari.

Bisogna conoscere il rischio e prevenire eventuali danni a carico degli operatori.

 

– Verificare il carico prima di spostarlo, ricorrendo all’aiuto di un’altra persona o di un mezzo in caso di peso eccessivo.

– Il carico deve essere il più possibile vicino al proprio corpo.

– Le gambe devono essere flesse durante il sollevamento così da caricare il peso su queste e non sovraccaricare la colonna.

– I piedi devono essere ben poggiati a terra e la base di appoggio deve essere sufficientemente ampia.

– Utilizzare calzature consone.

– Evitare di spostare il carico eseguendo torsioni o inclinazioni del busto.

 

Lavori sedentari

Nei lavori sedentari:

– evitare di stare seduti troppo a lungo. Fare delle pause frequenti per camminare e sgranchirsi le gambe allegerirà anche il carico psicologico;

– utilizzare una sedia regolabile e poggiare bene i piedi a terra;

– mantenere le spalle rilassate;

– ricordate l’importanza della postazione di lavoro: lo schermo deve essere ad altezza viso dritto davanti a noi, i gomiti devono essere poggiati e allineati coi polsi e poggiati.

 

Con queste semplici regole potrete tenere a bada i dolori che spesso ci affliggono!

© Riproduzione Riservata - La voce della Società