La fragola: Regina della primavera

L’arrivo delle fragole annuncia finalmente l’inizio della primavera e colora di rosso le nostre tavole.

Apprezzatissime da adulti e bambini, già da aprile e per tutto il mese di maggio riempiono i mercati colorandoli di rosso, si fanno notare negli orti e inevitabilmente arrivano nelle nostre cucine, dove si utilizzano in tantissime ricette, soprattutto dolci: dalle torte alla marmellata, dai dolci al cucchiaio al gelato.

Ma quella che tutti conosciamo come fragola, in realtà non è il vero frutto della pianta: i frutti, infatti, sono quei piccolissimi semini gialli, detti acheni, che si trovano sulla superficie della fragola stessa. Mentre la polpa rossa che mangiamo, insieme ovviamente agli acheni, è in realtà il ricettacolo delle infiorescenze che, dopo la caduta dei fiori, si ingrossa e diventa polposo e succulento.

Diversamente dalle varietà coltivate, le fragole selvatiche hanno dimensioni molto più ridotte e gusto e aroma molto più intensi.

 

  • PROPRIETA’ NUTRIZIONALI

La fragola è probabilmente il frutto più amato, grazie al suo sapore dolce, al suo intenso profumo e al suo colore rosso vivo. Le sue proprietà estetiche si accompagnano a notevoli effetti salutari; infatti, la fragola ha un alto potere antiossidante e antinfiammatorio grazie al suo contenuto in antocianine e flavonoidi e la combinazione di queste sostanze le conferisce proprietà benefiche per l’apparato cardio-circolatorio.

Sono ricche di iodio e di ferro. Per questa ragione sono consigliate spesso sia in caso di diabete sia all’interno di una dieta dimagrante. Inoltre, sono ricche di calcio, che insieme al bromo e allo iodio di cui sono naturalmente dotate, è particolarmente utile alle donne in menopausa per contrastare la fisiologica riduzione dell’attività tiroidea durante questa fase delicata della vita.

La fragola è anche un vero e proprio concentrato di vitamine, soprattutto di vitamina C. Non a caso è considerato anche come un’aspirina naturale, non solo per il suo contenuto di vitamina C, ma anche per la presenza di acido chinico e salicilico, utile nella cura di malattie da raffreddamento e infiammatorie.

Infine, hanno potere diuretico, drenante e disintossicante, per questo vengono consigliate anche per sostenere le funzioni di fegato e reni. Un vero e proprio frutto della salute!

 

  • CONTROINDICAZIONI

Le fragole sono frutti allergizzanti, quindi in alcuni casi e in soggetti predisposti, possono causare reazioni allergiche che possono manifestarsi sia a livello cutaneo attraverso prurito e rossore, sia a livello gastrointestinale con vomito e diarrea. In generale sono sconsigliate a chi soffre di gastrite, esofagite e reflusso gastrico.

 

  • LE FRAGOLE IN CUCINA

Dalla cheesecake al tiramisù, dai muffin al risotto: sono tantissime le ricette con le fragole da sperimentare in primavera.

Di solito le fragole sono spesso protagoniste di ricette dolci ma per una volta possiamo provare qualcosa di diverso: il risotto alle fragole.

 

Prepararlo è molto semplice: facciamo un soffritto di cipolla; quindi, aggiungete il riso e fatelo tostare. Ora è il momento di aggiungere qualche fragola sminuzzata, mescolate per far asciugare l’acqua in eccesso e proseguite la cottura nel modo classico aggiungendo il brodo un mestolo alla volta. Infine, fate mantecare e servite: volendo si può guarnire il piatto con una fragola fresca oppure unire dei gamberetti saltati in un po’ di burro.

© Riproduzione Riservata - La voce della Società