Su’entu continua a conquistare !

Mediaglia d’oro al “WOW! The Italian Wine Competition di Civiltà del Bere 2021” a Su’ Imari Vermentino di Sardegna DOC 2020.

Medaglia di bronzo al “Decanter World Wine Awards 2021” a Su’ Nico Bovale Marmilla rosso IGT 2018.

Anfora d’argento “Epulae 2021” a Su’ Luci Passito Isola dei Nuraghi bianco IGT 2018.

Questi sono solo alcuni degli oltre 70 premi e prestigiosi riconoscimenti italiani e internazionali ottenuti da una delle eccellenze in campo vitivinicolo: Su’entu, “il vento” in sardo.

 

Una dedica a questo elemento della natura sinonimo di libertà, cambiamento, vita. Una filosofia quella della Cantina Su’Entu che affonda le sue radici in un tempo lontano, legata alla cultura, alle tradizioni di un territorio, la cui storia ha origini antiche.

La cantina rappresenta un lavoro generazionale che Ernesto Pilloni possedeva già a inizio degli anni ’50 con terreni dedicati all’agricoltura e vigneti da cui produceva Nuragus e Monica. Dopo diversi anni il terzogenito di Ernesto, Salvatore, fondatore della cantina, ha scelto di tornare alle origini per consolidare un legame già profondo con le proprie radici.

Il sogno divenuto realtà è stato possibile soprattutto grazie al sostegno della sua famiglia, al desiderio e alla passione legata alla propria terra. È tra le morbide e verdeggianti colline e i terreni argillosi della Marmilla che nascono questi vini, curati giorno dopo giorno dalle sapienti mani di Salvatore, dei figli e dallo staff di enologi, agronomi. La fatica, il sudore, l’amore e la dedizione hanno permesso di estendere le produzioni e creare nuovi prodotti. 

La cantina, che si sviluppa per 80 ettari di superficie, di cui attualmente 32 coltivati a vite, secondo un’agricoltura sostenibile sia dal punto di vista ambientale che sociale, poggia le sue fondamenta su un’antica costruzione, la cui struttura è stata ampliata e rivisitata da due giovani e talentuosi architetti in modo tale da creare uno spazio confortevole per accogliere ospiti ed eventi, così da poter entrare in contatto con l’ambiente circostante.

Su’entu rappresenta punto di riferimento economico, culturale e turistico grazie al quale è stato possibile far rinascere e rilanciare una tradizione che rischiava di essere persa per sempre.

 

 

© Riproduzione Riservata - La voce della Società