Sinodo: una Chiesa “con le porte aperte”

Il cammino da percorrere per dare voce a tutti

Lo scorso 17 Ottobre le varie Diocesi della Sardegna, in comunione con tutta la Chiesa, hanno inaugurato il cammino sinodale. Il Santo Padre Francesco ha voluto convocare tutte le realtà, dalla più grande alla più piccola, ad interrogarsi sul senso del “camminare insieme”, a riflettere su una Chiesa che deve poter offrire a ciascuno, in modo particolare a chi è distante ed emarginato, uno spazio di ascolto, di riconciliazione e di valorizzazione dei propri doni personali.

L’itinerario, dal titolo “Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione” accompagnerà il Popolo di Dio insieme ai suoi pastori fino al 2023, quando verrà redatto il documento finale. Come riportato nel discorso che il Papa pronunciò nel 2018 in occasione del Sinodo dei giovani «lo scopo di questa consultazione non è produrre documenti, ma far germogliare sogni, far fiorire speranze, stimolare fiducia, fasciare ferite, intrecciare relazioni, imparare l’uno dall’altro».

La Chiesa sarda ha accolto con grande impegno l’invito e le parole del Santo Padre e in ciascuna delle Diocesi isolane è stata celebrata dal proprio Vescovo la Santa Messa di apertura, donando grande importanza alla Parola di Dio, che per l’occasione è stata intronizzata solennemente. Dalle parole dei propri pastori, ciascuna Chiesa locale è stata sensibilizzata ad “aprire le porte”, a non rinchiudersi nelle proprie sicurezze, ma a trovare nel dialogo, in questo particolare momento storico, lo strumento per poter portare la Persona di Gesù, la sua luce di Risorto e la sua tenerezza a tutti. Partire “dal basso”, coinvolgere quanti per un motivo o per l’altro si sono allontanati dal cammino di fede ed evangelizzare le periferie delle realtà locali, rappresentano le sfide, gli obiettivi e i traguardi che, con l’aiuto dello Spirito Santo che «opera in ogni luogo e in ogni tempo» come recita la preghiera del Sinodo, potranno essere raggiunti insieme, nell’unità e nella verità che è Cristo.

 

 

© Riproduzione Riservata - La voce della Società