Il tuo piano d’azione

Cari lettori, questo mese parliamo delle azioni necessarie a raggiungere un obiettivo.

Lo scorso mese abbiamo compreso l’importanza di scegliere cosa si vuole raggiungere e quali sono le caratteristiche fondamentali di un obiettivo. 

Ricordiamo che è fondamentale focalizzarci su ciò che vogliamo e non su ciò che non vogliamo più. Il nostro obiettivo deve avere, inoltre, delle caratteristiche ben definite: specifico, misurabile, concordato con noi stessi, realistico e definito nel tempo. 

Ora che abbiamo definito il nostro obiettivo con le caratteristiche giuste, quali sono i prossimi passi da seguire?

Vi ricordo che il processo è fatto dalle seguenti tappe: sogno (desiderio), obiettivo, piano d’azione e risultati.

Vediamo quindi cosa è un piano d’azione e come costruirlo per arrivare velocemente ai tuoi risultati.

Il primo passo è definire un tempo con la formula entro e non oltre. Questo passo è fondamentale altrimenti non riusciamo a focalizzare la nostra attenzione su una data certa che non deve essere superata. La funzione di avere una data certa entro la quale realizzare il nostro obiettivo, ha la stessa funzione di una data fissata per un esame. La data certa ci “costringe” a studiare per arrivare pronti a sostenere l’esame quel giorno, non il giorno dopo!

Il secondo passo è quello di identificare quali risorse, persone e strumenti ti occorrono per realizzare l’obiettivo. Pensaci un attimo, per realizzare il tuo obiettivo quali risorse ti occorrono (materiali o economiche)? quali strumenti (pc, attrezzi, mezzi, ecc.)? devi coinvolgere altre persone?

L’ultimo passo è quello di costruire un piano d’azione che tenga conto delle risorse che ti occorrono, degli strumenti e/o delle persone necessarie ed inserirle su una linea del tempo. Mi spiego meglio con un esempio.

Obiettivo: scrivere un libro di 100 pagine entro e non oltre il 30 giugno 2021.

Primo passo: identifico quali risorse, strumenti e/o persone mi occorrono.

Nel caso del libro mi occorre almeno avere a disposizione un pc, una connessione, un blocco appunti e una penna. Mi occorre, inoltre, coinvolgere altre persone: il correttore di bozze del mio manoscritto, l’editore, chi curerà l’immagine.

A questo punto prendo carta e penna e costruisco il mio piano d’azione: da oggi fino al 30 giugno 2021, divido il tempo in settimane, e le settimane in giorni. Compatibilmente con gli altri impegni della giornata, quante ore al giorno/settimana posso realmente dedicare alla scrittura? Quante pagine devo scrivere al giorno per arrivare al 30 giugno con il manoscritto completo? Quali persone devo coinvolgere ogni settimana per avere tutte le informazioni che mi servono?

Una volta costruito il piano d’azione la cosa fondamentale è rispettare le tempistiche indicate, l’obiettivo deve essere considerato alla stregua di un’attività giornaliera che non può essere saltata. Dobbiamo necessariamente pianificare bene i tempi da dedicare alle azioni necessarie al raggiungimento del nostro traguardo finale. Non posso spostare le azioni quotidiane del mio obiettivo ad un altro giorno perché lo reputo meno importante del mio lavoro. Se facessi questo non darei il giusto peso e la giusta energia. Dobbiamo considerare un obiettivo come parte integrante della nostra giornata e rispettare le azioni e i tempi che abbiamo allocato.

Più vi allenerete a fissare e raggiungere obiettivi, più diventerà semplice. La capacità di raggiungere un obiettivo è un’abilità che può essere allenata.

 

Riproduzione Riservata

 

© Riproduzione Riservata - La voce della Società