Identità, valorizzazione del territorio ed innovazione con “Chervu”

I raggi del sole solleticano le increspature del mare, creando giochi caleidoscopici.

Acque turchesi e smeraldine che lambiscono le candide e soffici spiagge. 

Versanti asimmetrici di fine sabbia bianca incorniciati da ginepri secolari, eucalipti, pini, i cui profumi sono in grado di risvegliare i sensi. 

 

In questi scenari tanto selvaggi quanto mozzafiato, a pochi passi dal parco naturalistico dei Sette Fratelli, vicino a Castiadas, si estende un terreno di circa 10 ettari dove rigogliose piante di olivastro, lentisco e mirto crescono in perfetta armonia.

Ed è qui, che nasce “Chervu”, una start up innovativa, in cui l’amore per il territorio circostante e il rispetto della natura sono il fulcro del progetto ideato e realizzato nel 2016 da Filippo Murru, imprenditore agricolo professionale.

“Chervu”. Un nome il cui eco giunge fin dai tempi più remoti: il cervo, animale sacro agli antichi abitanti delle nostre terre, simbolo di forza e vigore.

Una denominazione scelta appositamente poiché in essa è contenuta l’attaccamento alle origini, all’identità del passato, al desiderio di preservare e valorizzare le piante aromatiche e officinali tipiche della macchia mediterranea e da cui Filippo ha tratto ispirazione per racchiudere una piccola parte della Sardegna in un elisir di sapori e profumi intensi: il Distillato di Mirto.

Ogni singola bacca di mirto viene selezionata con attenzione, raccolta con cura, essiccata e trasportata in Toscana, presso la Distilleria Nannoni, dove avviene il processo di infusione in alcol da vino, di qualità superiore rispetto agli alcol normalmente usati, sotto la supervisione del Master Distiller Priscilla Occhipinti, per poi subire un’ulteriore ridistillazione in alambicco. Segue la fase dell’imbottigliamento in preziose bottiglie di vetro, serigrafate con il platino nel fronte e nel retro ad opera di una rinomata azienda del settore presente sul territorio italiano.

Vincitori della categoria Liquori e Distillati al Sardinia Food Awards 2020 e 2021, Quattro stelle nella selezione Top 50 Spirits Italia di Spirito Autoctono, inserto speciale della Guida Vini Buoni d’Italia 2021 del Touring Club Italia, Miglior Packaging nella categoria Liquori e Distillati al Sardinia Food Awards 2021, il Distillato di Mirto nelle varianti bianca e rossa rappresentano le punte di diamante dell’Azienda Agricola Chervu, inserendosi così in un mercato di nicchia.

Accanto a queste eccellenze si affiancano, nel 2021, due nuovi prodotti: il Trilogy Spirito Mediterraneo, una miscela di tre distillati diversi, mirto, lentisco e olivastro, e l’Elisir di Mirto, il primo cold compound (composto freddo) alcolico di mirto.

Identità, valorizzazione del territorio e innovazione sono i valori su cui si fonda questa piccola realtà sarda che, grazie al duro lavoro, al sacrificio e all’impiego di proprie risorse finanziarie, ha saputo farsi apprezzare a livello regionale e nazionale.

Nonostante il 2020 e il 2021 abbiano lasciato profonde cicatrici, Filippo Murru ha comunque volto lo sguardo al futuro, con l’idea di creare un luogo in cui le persone possano godere di un’offerta turistica esperienziale all’interno di una cornice naturale.

Riproduzione Riservata

© Riproduzione Riservata - La voce della Società